UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG PER TENERTI SVEGLIO
Notizie dal mondo, soprattutto da fonti internazionali, che il mainstream non riporta.

Translate

Cerca nel blog

mercoledì 31 agosto 2011

IL MISTERO DELL' ENORME BOLLA-NUVOLA SUI CIELI DI PECHINO


info di aggiornamento:

ARCHI CHIMICI

Come ha raccontato Finley (fisico canadese), il 16 giugno 2006, mentre guidava nella Statale 1 vicino a Victoria (British Columbia), "Mi fermai per vedere una piatta nuvola bianca, incredibilmente bianca, incredibilmente ampia. Era sconvolgente da vedere".
La luce solare riflessa da quella enorme nuvola innaturale attraverso la sua sfumata visiera solare "occultava" il sole, come ha detto lui, in strisce prismatiche: "tutto rosa, verde e viola". Una tale "birifrangenza", ha spiegato Finley, "non si verifica mai con il vapore acqueo, perché la separazione dei colori si ha solo in un sistema di rifrazione cristallino".

Tali interferenze prismatiche con lunghezze d'onda luminose avvengono solo con "materiale solido estremamente, estremamente fine", ha spiegato di nuovo Finley. Queste fini particelle sospese "generano campi di interferenza attorno ad ogni particella, cambiando il colore della luce".

Finley ha detto che si stava riferendo specificamente agli agenti chimici rilasciati artificialmente nel cielo da "aviocisterne".

Mentre il vapore acqueo che si solidifica in cristalli di ghiaccio ad elevate altitudini può predisporre dei "paraeli" (cerchi luminosi) attorno al Sole e un'occasionale aureola attorno alla luna, gli oleosi colori dell'arcobaleno visti molto più comunemente nelle scie dei jets e nelle nuvole artificiali sono firme chimiche, ha riferito.

Il fenomeno della birifrazione (o birifrangenza o doppia rifrazione) non avviene mai con il vapore acqueo, con cui si assiste al fenomeno della rifrazione e della riflessione. Il particolato molto fine sospeso nell'atmosfera genera dei campi di interferenza attorno ad ogni particella. I raggi luminosi vengono birifratti: il raggio incidente r si divide in due raggi rifratti, r' e r'' della stessa intensità e polarizzati lungo piani perpendicolari. Tale fenomeno occorre soprattutto con il quarzo, il rame, l'alluminio etc"


da: http://www.tankerenemy.com/2006/09/le-scie-chimiche-compromettono-la-vita.html


26 agosto (note tradotte dal video youtube al titolo)
Incredibile visione giovedi (25 u. s)  sui cieli di Pechino: una bolla misteriosa ha colto l'attenzione di molti in città.

"All'inizio relativamente piccola e luminosa, la parte superiore è simile ad un semicerchio, un anello sferico che diventa sempre più grande"

Quando il gruppo di osservazione ha puntato gli strumenti sulla bolla, l'ha vista diventare gradualmente più sottile e più grande.  Il tutto è durato per meno di 15 minuti.

"Naturalmente le persone hanno molto discusso. Personalmente credo si tratti di un tipo di meteora o di un fenomeno nello spazio terrestre."

Gli esperti dicono che la nube è molto probabile non sia un fenomeno naturale. A giudicare dalle immagini, la nuvola-bolla era centinaia di miglia dagli osservatori a Pechino.

[Zhu Jin, Curatore Planetarium Pechino]:
"Deve essere stata causata  da esseri umani, non dalla natura o altro di simile."

sabato 13 agosto 2011

USA: ANCHE UNA QUOTA DI LORO PARLAMENTARI IN...VACANZA IN ISRAEL


"Il patto di Washington non fa nulla per aiutare  gli  Americani che stanno soffrendo ancora di tagli enormi nei servizi sociali, di un tasso di disoccupazione sopra il 9% (oltre il 16% tra gli afro-americani); si stima che 10 milioni  di famiglie dovranno  affrontare un pignoramento delle loro case nel prossimo anno.

Questa pausa di agosto per alcuni Membri del Congresso dovrebbe essere a casa, dovrebbero incontrarsi con i costituenti per sentire le nostre preoccupazioni. Dovrebbero ascoltare la nostra ansia sull'economia e pensare ai modi per farci uscire dal casino che hanno creato con i loro "premi" delle multinazionali, la sospensione di tasse per i ricchi  ed una permissiva regolamentazione per banche senza scrupoli  che stanno obbligando le personead uscire dalle loro case con documenti di mutuo fraudolenti.

Dovrebbero sentire il nostro oltraggio per ciò che più di 1,2 trillioni di dollari delle nostre tasse stanno facendo alle genti di Iraq e Afghanistan e alle nostre truppe che stanno inviando là per combattere guerre senza scopo.

Invece...81 Reppresentanti (vinciamo noi in ITALIA! ne vanno 170!!) -quasi il 20% del Parlamento stanno andando a tutta velocità in Israele, tutto pagato, in viaggio organizzato da un affiliato  del Comitato of the American Israel Public Affairs Committee (AIPAC).

L'obbiettivo di Israele è di fare lobby con questi Rappresentanti per continuare ad inviare i 30 miliardi per l'esercito israeliano, presi dalle nostre tasse: questo l'importo promesso per questi 10 anni (2009-2018). Significa inviare denaro che non avremo per l'occupazione e la salute pubblica, per comprare armi per Israele e perpetuare cosi la sua occupazione militare illegale e le sue politiche di apartheid verso i Palestinesi"

tutto l'articolo QUI:
http://blog.endtheoccupation.org/2011/08/where-in-world-is-your-representative.html
 

trad. Cristina Bassi, www.saluteolistica.blogspot.com

ARTICOLI CORRELATI: 

170 PARLAMENTARI ITALIANI IN PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA A SETTEMBRE! E NON E' UNA BATTUTA...

GILAD ATZMON: LA RIVOLTA IN ISRAELE E' UNA RIVOLUZIONE DI ASPIRANTI BORGHESI...

da non perdere per chi sa l'inglese:
RON PAUL VITTORIOSO NEL DIBATTITO SU FOX NEWS:



venerdì 12 agosto 2011

SOROS: L'EX AMANTE 28ENNE LO ACCUSA DI TENTATO STRANGOLAMENTO...

... PER UNA QUESTIONE DI SOLDI, OF COURSE! CHE ALTRO?
Arm in arm: The couple in happier times, before the split and bitter money battle Mano nella mano... altri tempi: prima della furiosa battaglia



Lavish: A $1.9million apartment at 30 East 85th Street in Manhattan
uno degli appartamenti da 1,9 milioni di dollari al
30 East 85th Street in Manhattan: l'oggetto della collutazione-denuncia

L'81enne finanziere, noto per aver distrutto la Bank of England dopo aver fatto milioni durante la crisi valutaria della Gran Bretagna nel 1992, è stato citato per danni per 31milllioni di sterline, dalla sua ex-amica brasiliana di 28 anni, la soap star Adriana Ferreyr, che dice che Mr Soros l'ha presa a sberle in faccia e ha tentato di strangolarla mentre erano a letto in una discussione riguardante le proprietà.

L'attrice dice di essere stata in relazione con lui per 5 anni (= quando ne aveva 23 lei e 76 lui, ndt) prima che lui la mollasse lo scorso anno. Ma secondo una  registrazione alla Corte Suprema di Manhattan, in agosto dello scorso anno c'è stata una breve riconciliazione, in cui la coppia passò una notte insieme alla casa di Mr Soros, nell'Upper East Side di New York  


Ed è lì che Mr Soros si è inguaiato ora, con delle affermazioni "sbagliate": Miss Ferreyr dice che mentre era a letto con lei, Mr Soros - una fortuna stimata in 8,9 miliardi di sterline, senza mezzi termini le ha detto  che un appartamento di 1.2milioni di sterline che le aveva promesso a New York...ora era stato dato ad un' altra donna.

La situazione non è migliorata quando il finanziere ungherese pare abbia aggiunto: ‘l'ho data alla mia "girlfriend" ed ora lei sta benone!" Nella inevitabile baruffa che ne è seguita: ‘Mr Soros ha preso a sberle in faccia Miss Ferreyr ed era prossimo a metterle le mani al collo tentando di strangolarla,’ cosi afferma la denuncia. Miss  Ferreyr dice che è riuscita ad evitarlo e a prendere una lampada in vetro per proteggersi. Quindi Mr Soros pare l'abbia afferrrata per colpirla, mancandola di poco. La Miss dice di essere corsa nell'ufficio accanto alla camera da letto per chiamare la polizia"

L'UNGHERE CHE HA SPEZZATO LA BANK OF ENGLAND

Nato in Ungheria, Mr Soros mentre si è dimostrato apprezzabile filantropo sostenendo campagne liberali, è noto anche per essere stato  'l'uomo che ha spezzato la Bank of England'. Si mise in tasca 600 milioni di stereline durante il "mercolewdi nero" nel 1992, al tempo della crisi valutaria in UK, poichè aveva predetto correttamente che il governo britannico avrebbe dovuto svalutare la sterlina. Il 16 settembre 1992, il suo fondo vendette  più di 10 miliardi di dollari in sterline, approfittando della riluttanza del governo britannico sia di aumentare i suoi tassi di interesse che di emettere la sua moneta: alla fine prelevò dall' European Exchange Rate Mechanism (meccanismo di tasso valutario europeo) svalutando la sterlina.
Nel 1997, il tesoro britannico stimò che il costo del "mercoledi nero" era stato di 3,4 miliardi di sterline".

bella gente eh che crea "i mercati"... e danneggia le  economie

Gli USA si perdono nei cieli un bombardiere supersonico in lancio prova

WASHINGTON (AFP) - 11 agosto 2011

Giovedi, degli scienziati militari americani hanno lanciato un velivolo supersonico, ma i funzionari dicono di aver perso il contatto con questo aereo sperimentale, in questo secondo volo test.

Il veicolo Falcon Hypersonic Technology Vehicle (HTV-2), non è abitato ed è stato progettato come prototipo di bombardiere globale, in grado di andare 20 volte oltre la velocità del suono. E' stato lanciato con successo dalla California a bordo di un razzo  Minotaur IV, secondo quanto affermato dalla Agenzia della Difesa: Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA).

Ma dopo essersi separato dal razzo negli strati superiori dell'atmosfera  per la sua "fase volo senza motore" , l'aereo ha perso contatto, ha detto la DARPA, che però non fornisce altri dettagli sul volo o su quanto l'aereo sia stato separato dal razzo.

Lo scorso anno, gli scienziati persero il contatto con l' HTV-2 dopo 9 minuti dal suo volo inaugurale.

L'aereo ipersonico, che si suppone viaggi a 21,000 km/ora, forniscxe potenzialmente all'esercito USA una piattaforma per colpire bersagli ovunque sul pianeta, entro pochi minuti, usando armi convenzionali. 

Una tale arma, ancora in via di sviluppo,  è parte di ciò che l'aeronautica USA ha soprannominato "colpo globale immediato" ("prompt global strike"). "L'obbiettivo finale  è una capacità di arrivare ovunque nel mondo  in meno di 1 ora", dice la DARPA sul suo sito. In teoria, il Falcon potrebbe viaggiare tra New York City e Los Angeles in meno di 12 minuti.

An artist rendering of the hypersonic aircraft
Falcon HTV-2
© AFP/HO/DARPA
A differenza di un missile balistico, un veicolo ipersonico potrebbe fare manovre ed evitare di volare lungo una traiettoria scontata. Inoltre, dicono gli analisti, non sarebbe scambiato per un missile nucleare, evitando cosi la possibilità di scatenare un confronto nucleare.

Ma Loren Thompson, un'analista al Lexington Institute con legami con l'industria militare, ha detto che c'era ancora molto lavoro da fare prima che il bombardiere ipersonico diventasse una realtà.

Il piano di volo-test per il Falcon può richiamarlo ad inabissarsi nel Pacifico

da: http://www.activistpost.com/2011/08/us-military-loses-contact-with.html#more
traduzione Cristina Bassi, www.saluteolistica.blogspot.com

giovedì 11 agosto 2011

VERITA'.. SCONVENIENTI, PARTENDO DA LONDRA

UK Riots Mirror UK Criminal Government

I DISORDINI  DI  LONDRA  COMMENTATI DA MR MORRIS (IN INGL)

"Giudaismo: una copertura per gestire il sistema finanziario"
"Siamo governati da istituzioni di controllo ebree"
"Multiculturalismo: una politica non dichiarata"
"E' una società criminale che vive di giochi criminali"
" La nostra oligarchia ebrea promuove particolarmentre gli omosessuali a posizioni di autorità e potere" 
"Dobbiamo smettere di credere a quello che dicono i mezzi di comunicazione ufficiali, delle aziende multinazionali"
"Non possiamo separare i riottosdi da quello che tutta la nazione sta facendo"

"Ci è stato portato via tutto il nostro valore ed è sttao esportato nello stile a poco  prezzo della Cina in nome nel capitalismo: le persone al potere ci vogliono innamorati  del denaro"...

Vedi anche: http://cafedehumanite.blogspot.com/2011/08/pr-le-rivolte-londra-in-arrivo-la-legge.html

ALEX JONES -PRISON PLANET/INFOWARS- CON IL CORRISPONDENTE DA LONDRA
 LONDON BURNING...

ARTICOLO CORRELATO:

GILAD ATZMON: LA RIVOLTA IN ISRAELE E' UNA RIVOLUZIONE DI ASPIRANTI BORGHESI...

Il jazzista Gilad Atzmon
È abbastanza sorprendente vedere come alcuni tra i marxisti più convenzionali siano così presi dalle odierne proteste popolari in Israele, che interpretano stupidamente come una manifestazione dello «spirito rivoluzionario israeliano». Sono convinti che in questo momento la «classe dei lavoratori» si stia sollevando, e che prevarrà necessariamente la pace.  

E, infatti, quello che si sta verificando in Israele (almeno fino a questo momento) è l’esatto opposto di risveglio della classe dei lavoratori. Invece alcuni in Israele la stanno chiamando la «Protesta dell’Immobiliare» perché in sostanza quelli che protestano desiderano le ricchezze: tutti vorrebbero una proprietà, una casa loro. Vogliono essere padroni. Vogliono le chiavi e le vogliono ora. Quello che vediamo a Tel Aviv non ha niente a che vedere con le lotte che si sono verificate in piazza Tahrir o ad Atene. Al massimo, le proteste israeliane si atteggiano a essere manifestazioni di lotta per la giustizia o socialiste. 
Ma qui finiscono le similitudini.

Motti Ashkenazi (una figura leggendaria contro la dirigenza israeliana) ieri ha scritto su Ynet che «cè bisogno di ben altra sinistra (in Israele) una sinistra che si preoccupi prima di tutto dei poveri della nazione invece delle condizioni difficili dei nostri vicini». In parole povere che non possono essere altrimenti interpretate: Motti Ashkenazi sta analizzando quello che considera una svolta necessaria nel pensiero progressista israeliano, e le sue conclusioni sembrano voler dire di lasciar perdere la Palestina; concentriamoci una volta per tutta su noi, gli ebrei. Ashkenazi continua, dicendo che «abbiamo bisogno di unaltra sinistra, una più modesta. Invece di una visione dellintero Medio Oriente, farebbe meglio a immaginare un punto di visto sulla Stato di Israele».

Anche il professore Nissim Calderon (un docente in Letteratura Ebraica) ha pronunciato conclusioni simili: «Abbiamo costruito una sinistra che si è concentrata sulla lotta per la pace, e solo quella. Ma ci sono enormi lacune nella nostra lotta: non siamo riuscita a lottare per la giustizia sociale». E ancora il Calderon di sinistra si riferisce alla lotta sociale all’interno della popolazione ebraica in Israele.

La protesta di massa in Israele è, in effetti, l’esatto opposto di una genuina rivoluzione sociale: anche se si presenta come una protesta popolare, è un  festival populista. Secondo le notizie giunte da Israele, i dirigenti delle proteste che stanno montando sono persino riluttanti a chiedere le dimissioni di Netanyahu. Lo stesso vale per gli aspetti sulla sicurezza, sull’occupazione, sui fondi da destinare alla Difesa, visto che gli organizzatori non sfioreranno questi argomenti per non veder scemare rapidamente il sempre più ampio sostegno.

Quello a cui assistiamo in Israele non è neppure una rivoluzione socialista, e neanche una lotta per la giustizia. È in realtà una rivoluzione degli aspiranti borghesi e gli israeliani sono scesi in strada perché ognuno vuole essere proprietario, possedere un immobile. Non si preoccupano granché della politica, dell’etica o delle questioni sociali, e nemmeno sembrano interessarsi molto dei crimini di guerra di cui sono collettivamente complici. La malnutrizione a Gaza non è assolutamente una loro preoccupazione. Sembra che niente li riguardi, a parte sentirsi anche loro proprietari.

Ma perché vogliono avere una proprietà? Perché non riescono ad affittarne una. E perché non ci riescono? Perché ovviamente sono troppo care. Perché sono troppo care? Perché Israele è l’incarnazione definitiva di una società corrotta, speculatrice e capitalista. E io credo che questa sia la vera storia di cui non si parla. Se il sionismo era un tentativo di risolvere la Questione Ebraica – come l’autore Shahid Alam ha esplorato in modo dettagliato –, ha chiaramente fallito visto che è riuscita solo a trasferire la Questione Ebraica in altri luoghi, ad esempio in Palestina.

Il sionismo promise di formare un nuovo ebreo, sia dal lato produttivo che da quello etico, all’opposto di quello che ha definito il «capitalismo speculativo della Diaspora Ebraica» (1). Ha palesemente fallito, è il nocciolo della questione è che, nello Stato ebraico, gli ebrei israeliani stanno ora sperimentando i sintomi della propria cultura controversa (2).

Israele, che doveva essere lo Stato del popolo ebraico, è diventando un porto sicuro per gli ebrei più ricchi e più corrotti proveniente da tutto il mondo: secondo il Guardian, «delle sette oligarchie che controllavano il 50% delleconomia russa negli anni 90, sei erano ebree». Nel corso degli ultimi due decenni, molti oligarchi russi hanno ottenuto la cittadinanza israeliana. Hanno anche messo al sicuro i propri soldi sporchi nel porto finanziario Blu & Bianco. Wikileaks ha rivelato ultimamente che «fonti della Polizia (israeliana) stimano che il crimine organizzato russo (la mafia russa) ha riciclato 10 miliardi di dollari tramite le holding israeliane» (3).

I mega-truffatori come Bernie Madoff hanno indirizzato i propri capitali tramite le istituzioni sioniste e israeliane per decenni. Israele è anche commerciante leader dei diamanti insanguinati. E non è certo una sorpresa che Israele sia anche al quarto posto nel mondo per il commercio di armi. Ovviamente, i diamanti insanguinati e i fucili sono una questione importante. E la cosa non si ferma qui, perché sempre più spesso è stato appurato che Israele prende parte al traffico e alla raccolta di organi.

Sempre di più Israele sembra essere nient’altro che una macchina lava-soldi per gli oligarchi ebrei, per i truffatori, per i mercanti d’armi, per i trafficanti di organi, per il crimine organizzato e per i commercianti di diamanti insanguinati. Ma soprattutto i ricchi ebrei comprano le loro case per le vacanze a Tel Aviv e a Gerusalemme: ci sono informazioni che, nella sola Tel Aviv, migliaia di case vacanza sono vuote, tutto l’anno, mentre gli israeliani del posto non riescono a trovare un tetto.

Il popolo israeliano è ancora lontano dal capire il proprio ruolo in questo spettacolo dell’orrore: il popolo israeliano deve ancora rendersi conto di non essere altro che truppe di terra in questo scenario sempre più pesante. Non riescono neppure a comprendere che il loro Stato mantiene uno degli eserciti più forti al mondo, per difendere i beni di alcuni dei più ricchi e immorali ebrei che siano in circolazione.

Mi chiedo davvero se gli israeliani riusciranno a capire tutto questo. Quello che corrisponde alla realtà è che i dirigenti della odierna rivoluzione immobiliare israeliana vogliono che la lotta rimanga una caccia al tesoro materialista, e che stanno chiaramente evitando la politica: i sentimenti che fanno da guida e le motivazioni sono, ovviamente, espressi dal «dateci le chiavi delle nostre case e ripuliamo la piazza».
 

Io credo che non sia affatto sorprendente che, in una società così avida nelle sue fondamenta e così orientata razzialmente, il dissenso che manifesta sarà inevitabile, anche se si ridurrà solamente al più bieco materialismo. Sembra proprio che gli israeliani non riescano a salvarsi da soli dal proprio destino rovinoso, perché sono ciecamente dirottati dalla propria cultura distruttiva. Come io e pochi altri prevedono da più di un decennio, la società israeliana sta per implodere. È solo una questione di tempo.
___________

1) Il marxista sionista Ber Borochov (1881-1917) evidenziava che la struttura di classe della comunità ebraica europea somigliava a una «piramide di classe» invertita, una struttura in cui un numero relativamente piccolo di ebrei occupava il ruolo di lavoratore all’interno dei «settori produttivi», mentre un numero più significativo erano collocati nei commerci capitalistici e speculativi come nelle banche.

2) Su Haaretz Beni Ziper ha scritto: «Ho visto alla televisione alcune persone che gridavano contro i ricchi, o contro i magnati che controllano il Paese. Sembra che tutti pensano che sia eccitante e ardito e nessuno riflette sulla agghiacciante equivalenza storica con la Depressione in Germania al tempo della Repubblica di Weimar, quando i ricchi ebrei che ci controllanoerano lobbiettivo di tutti’. Ziper è abbastanza attento per notare una ripetizione simile e sconvolgente nella storia ebraica. Comunque, Ziper è anche molto critico con i suoi connazionali. ‘Io sono sempre a favore delle proteste contro lo Stato, ma mai contro persone o gruppi di persone, che siano riccheo ‘(ebrei) ortodossi o persino coloni’. Chiunque sia in questa nazione a dare questi privilegi ai coloni, non sono loro che arrivano e rubano la cassa con la pistola puntata». Si può essere o meno d’accordo con Ziper, ma è evidente che anche lui ha ammesso l’esistenza di una similitudine tra gli argomenti sollevati in Israele contro i ricchi e l’attitudine anti-semitica della destra tedesca negli anni ‘20 e ‘30.

3) Per ulteriori informazioni sulle connessioni col crimine globale organizzato del Likud e degli altri maggiori partiti politici israeliani, seguite questo link:
http://cosmos.ucc.ie/cs1064/jabowen/IPSC/php/topic.php?tid=147

fonte: http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=55445:la-protesta-dei-vorrei-essere-un-proprietario&catid=35:worldwide&Itemid=152

fonte originale: www.gilad.co.uk


OSPEDALE PUBBLICO, PER ESEMPIO A GENOVA...

"Genova. Una sera mia moglie si sente molto male. La carico in macchina e corro verso l'ospedale San Martino. Mi dicono di metterla in corridoio. E' pieno di extracomunitari feriti in forse in qualche rissa, trans, balordi, prostitute. Mia moglie sta sempre più male.
Non so cosa fare. E' la prima volta che mi succede. Chiedo aiuto a un infermiere che mi dice di stare tranquillo. "Cerchi di non preoccuparsi."

Tranquillo? Ma se non è stata neppure visitata. Cerco con gli occhi un medico, non trovo nessuno. Ho paura a lasciare sola mia moglie per andare a cercarlo. Passa un altro infermiere. Mi dice di lasciare mia moglie vestita. Non toglierle assolutamente le scarpe.
"Se no gliele rubano...". Ma dove cazzo mi trovo?

Sono in un ospedale pubblico pagato con le mie tasse o in un suk frequentato da ladri e zoccole?
L'infermiere dopo un po' ritorna con un lucchetto e una catena.
"Sono per la borsa di sua moglie", spiega, "La assicuri al letto, altrimenti dopo un po' non la trova più".

Mia moglie, che aveva sentito tutto, mi ha guardato allora come un cerbiatto ferito. L'ho presa in braccio e sono scappato. Con il primo taxi sono andato in un ospedale privato.
Non ho molti soldi, anche perché vanno tutti in tasse per questi porci.

Ho fatto dei debiti per l'operazione che era urgente. Ora mia moglie sta bene.
L'Italia invece è ormai putrefatta. Negli Stati Uniti muori se non hai un'assicurazione privata, da noi non è differente, se non hai altri soldi da parte, se non ti fai una tua assicurazione, dopo aver pagato prima le tasse per la sanità pubblica, muori lo stesso. Però è più democratico." Alessio T.

fonte:  http://www.beppegrillo.it/

Sanità Malata  Sanità Malata: Un medico impegnato in politica indaga le ragioni del declino della Sanità pubblica italiana e suggerisce la ricetta per una cura (ancora) possibile

mercoledì 10 agosto 2011

170 PARLAMENTARI ITALIANI IN PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA A SETTEMBRE! E NON E' UNA BATTUTA...

Dal 3 al 9 settembre oltre 170 deputati e senatori appartenenti a maggioranza e opposizione, con le loro famiglie, si recheranno, guidati dal cappellano di Montecitorio Sua Eccellenza monsignor Rino Fisichella, in pellegrinaggio in Terra Santa. In un momento in cui la fine delle ostilità tra israeliani e palestinesi sembra avvicinarsi, i partecipanti vogliono portare la loro testimonianza di amicizia ad una terra lungamente martoriata dalla guerra e ai tanti cristiani che lì vivono.

Un messaggio reso ancora più forte dalla presenza del presidente del Senato Renato Schifani, del vicepresidente della Camera Maurizio Lupi, dei ministri Angelino Alfano (Giustizia) e Raffaele Fitto (Affari regionali), del sottosegretario Carlo Giovanardi, del sindaco di Roma Gianni Alemanno e da quello di Brescia Adriano Paroli, dei presidenti di commissione della Camera Donato Bruno (Affari Costituzionali), Valentina Aprea (Cultura), Giuseppe Palumbo (Affari Sociali) e Stefano Saglia (Lavoro). Ma anche della leghista Paola Gosis e di esponenti dell’opposizione come Paola Binetti e Livia Turco (Pd), Luisa Capitanio Santolini (Udc) e Sergio Piffari (Idv).
fonte: http://www.costruiamoilfuturo.it/content/pellegrinaggio-dei-parlamentari-terra-santa

VERSIONE BEPPE GRILLO:

I nostri parlamentari, una volta all'anno, si trasformano in pellegrini. Un sacrificio per riscoprire i luoghi della Fede. Una piccola estensione delle vacanze di agosto in cui il parlamento è chiuso per ferie. La prima settimana di settembre, quando i cassintegrati diventano licenziati e i licenziati trovano i cancelli delle fabbriche chiusi per sempre, arriva il momento della penitenza e del raccoglimento. Quest'anno, dopo le trasferte in Turchia nel 2008, in Siria nel 2009 e in Russia nel 2010, i circa 200 tra parlamentari e famigli si recheranno in Terra Santa.

Un programma da Rambo della politica. "Dalla scalata in piena notte sul Monte Sinai, dove Dio diede a Mosè le Tavole dei Dieci comandamenti a Nazareth; dalla casa di San Pietro sul lago di Tiberiade al Santuario della Moltiplicazione dei pani e dei pesci alla Basilica della Natività a Betlemme al Santo Sepolcro a Gerusalemme, fino allo Yad Vashem, il museo dell'Olocausto: sono le tappe principali del pellegrinaggio".

Un viaggio senza respiro per visitare i luoghi della cristianità e del martirio di Cristo, come ad esempio l'Hotel Dan Jerusalem 5 Stelle dove soggiorneranno i pellegrini. La guida sarà monsignor Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Vita e cappellano di Montecitorio che condurrà tra pranzi e cene di gala personaggi del calibro di Maurizio Lupi, Renato Schifani, Angelino Alfano, Raffaele Fitto, Carlo Giovanardi, Gianni Alemanno, Paola Binetti e Livia Turco.

La Binetti, quella che ispirata dal Vangelo delle origini si oppose ai PACS, ha messo in evidenza i sacrifici che dovranno affrontare i parlamentari "Affittiamo i pullman. Siamo arrivati a riempire quattro pullman, stretti stretti, E' un'esperienza che forma e aiuta a creare l'armonia all'interno del Parlamento".Nel programma viene precisato che è necessario "essere in buone condizioni fisiche, muniti di giacca a vento, scarpe comode, borraccia, cappellino ed occhiali da sole".

Dopo la visita al Castello dei Crociati e un salto a Petra, il ritorno a casa. A causa della riapertura anticipata (?) della Camera dovuta alla catastrofe economica a martedì 6 settembre (dopo più di un mese di chiusura...), il viaggio in Terra Santa dovrà essere anticipato di qualche giorno. Un martirio immeritato per deputati e senatori in viaggio per conto di Dio e che, come dice Lupi, pagano anche "di tasca propria" grazie agli stipendi parlamentari da nababbi pagati dai cittadini. Il prossimo anno, consci di quello che li aspetta, i pellegrini andranno a Lourdes per farsi benedire. La speranza di continuare a vivere alle spalle degli italiani è l'ultima a morire.

da: www.beppegrillo.it



martedì 9 agosto 2011

PER LE RIVOLTE A LONDRA IN ARRIVO LA LEGGE MARZIALE?

Testimoni oculari: la polizia è rimasta ferma, consentendo il saccheggio da parte dei rivoltosi
DI PAUL ROBERT WATSON, Prison Planet
Fonte: UK Riots: Government Prepares Troops, Martial Law
09.08.2011
In seguito alle notizie dei numerosi fallimenti attribuiti alla polizia per arrestare i saccheggiatori o per rispondere adeguatamente alle rivolte di Londra che ora si sono scatenate nell’intero Regno Unito, sono stati approntati il coprifuoco e le truppe sul terreno, mentre le autorità si preparano a istituire la legge marziale per domare le forti sommosse.

BBC News ha riportato per due volte questa mattina che le truppe sono già in stato di allerta. L’affermazione è stata fatta una prima volta da un giornalista alle 8:30 a.m. e poi ripetuta da un rappresentante della Polizia Metropolitana che ha fatto presente che “tutte le opzioni sono sul tavolo”.
Il Segretario degli Interni del Regno Unito, Theresa May, conferma che il governo sta prendendo in considerazione “un sostegno militare per la polizia”.

È stato discusso anche del coprifuoco mentre le autorità si preparano a trasformare la Gran Bretagna in un rigido stato di polizia. “I veicoli armati sono stati fatti uscire per la prima volta dalla polizia per ripulire le strade e per contrastare quelle che gli alti funzionari definiscono come le rivolte e i saccheggi più devastanti nel corso della loro vita”, riporta il Guardian.

“Non ho sentito parlare di un coprifuoco in Gran Bretagna nel secolo scorso. [È ] molto difficile da far rispettare. Non sto dicendo che sia assolutamente la soluzione da prendere, ma qualcosa da dover considerare”, Diane Abbott, parlamentare Laburista, ha parlato con Hackney North e Stoke Newington a BBC Breakfast.

L’ex sindaco di Londra, Ken Livingstone, ha sollecitato l’uso degli idranti da parte della polizia per disperdere i rivoltosi. Dopo aver avuto inizio nelle zone più povere di Londra, le sommosse si sono diffuse in altre grandi città tra cui Bristol, Nottingham, Liverpool e Manchester.

Ci sono pochi dubbi sul fatto che la grande maggioranza delle rivolte siano il prodotto di una società frammentata, di giovani nichilisti che poco si preoccupano dei reclami del mondo politico e che sono concentrati soprattutto nello sfruttare il caos per arraffare il più possibile mentre si sfogano con una violenza senza ritegno. Questi atteggiamenti rendono certo che l’opinione pubblica sarà totalmente a sostegno di qualsiasi misura venga proposta per affrontarli, anche al punto di istituire la legge marziale.

Questi giovani non devono essere considerati l’avanguardia di una qualche vera rivoluzione contro un sistema illegale. Se fosse questo il caso, si vedrebbero lottare davanti a Downing Street, al Parlamento e a Buckingham Palace. Invece, stanno dando fuoco ad abitazioni privati e attività mentre si danno al saccheggio di tecnologia all’ultimo grido e di vestiario.

Ma quello che ha esacerbato la situazione è la scialba risposta della polizia, con numerosi resoconti che testimoniano come sia rimasta ferma permettendo ai saccheggiatori di devastare supermercati e piccoli negozi per ore e ore.

Nel corso delle prime rivolte della domenica notte a Tottenham, la polizia è stata criticata per “essere rimasta sul posto e per aver concesso ai rivoltosi di provocare sfaceli.” Questa tendenza è proseguita nel corso di tre notti di distruzione, con i testimoni oculari sconcertati di come alla polizia sia stato ordinato di non fermare in alcun modo i saccheggiatori e i rivoltosi.

Abbiamo previsto lo scoppio di rivolte generalizzate e di sommosse civili da anni, in modo particolare nel Regno Unito. Lo scorso anno abbiamo scritto che i forti tagli alle spese avrebbero costretto gli economicamente svantaggiati a “scendere in strada non avendo più niente da perdere, se i sussidi del governo da cui dipendono verranno drasticamente ridotti.”

Non c’è da sbagliarsi nel pensare che queste rivolte verranno facilmente sfruttate dal sistema per trasformare la Gran Bretagna in uno stato di polizia ancora più controllato e sorvegliato di quanto non sia al momento.  

Queste sommosse non ottengono assolutamente niente se non far apparire la dirigenza nella ragione, qualsiasi iniziativa intraprenda, e le cui misure saranno pienamente sostenute da un pubblico bombardato da immagini di caos, di saccheggi e di incendi.


*****************************************

da Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SUPERVICE

NON FATE SALIRE I BANCHIERI SUGLI AEREI! L'EUROPA IN SVENDITA

"Dopo anni di resistenza alle privatizzazioni, la spericolata velocità con cui Atene ha concordato le modalità delle vendite (dei beni di stato ndt) , 1 ogni 15 giorni ca, ha sollevato timori che i gioielli di stato verranno venduti a prezzi stracciati" The Guardian
___________________________________________
LA MESSA IN VEDITA DEI BENI STATALI NEI PAESI EUROPEI ASSEDIATI DAL DEBITO.

Una lista di "inventari" secondo il The Guardian (1.7.2011):

"ATENE, Grecia, ha in programma di vendere 50 miliardi di euro di beni di stato entro il 2015. Tra i "beni in offerta": 39 aeroporti, 1 lotteria di stato, una concessione per le corse a cavallo, un casinò, un ufficio postale nazionale, due aziende dell'acqua, una miniera di nickel e fonderia,  centinaia di miglia di strade, una azienda di telecomunicazoni, azioni in due banche, monopoli di gas ed elettricità, migliaia di ettari di terra, anche costiera 

Mentre il 50% di quote all'aeroporto internazionale di Atene è il bene (asset) più noto in tutto il blocco, per quel che riguarda la pura bellezza, le saline di Anavyssos sono imbattibili.Le saline, ad un'ora da Atene, hanno chiueso nel 1969 e si trovano ad un miglio e mezzo dalla spiaggia.

IRLANDA
Le linee aeree nazionali, porti, centrali elettriche e persino "Lo stallone Nazionale Irlandese" , che ha ospitato una visita della Regina d'Inghilterra nel maggio scorso, sono sull'orlo della vendita nel piano di far uscire l'Irlanda dai conti in rosso.  Il governo irlandese non va di corsa a vendere l'argento di famiglia e le partcipazioni private nell'azienda Terra Firma.

L'economista Colm McCarthy, che ha presenziato il Review Group che ha scritto un rapporto, ha raccomandato lo smantellamento dei consigli (di ammistrazione) di eletricità e gas.Gli altri beni che ha "raccomandato" di mettere in blocco includono il porto di Rosslare, l'azienda Dublin Bus e il 25% delle partecipazioni in Aer Lingus. L'aviazione irlandese - The Irish Aviation Authority- che regola l'aviazione e fornisce il controllo di traffico aereo nello spazio aereo irlandese e nel nord atlantico, potrebbe fondersi con la britannica National Air Traffic Services o altri servizi nord europei occidentali e la commissione per la forestale  dovrebbe sbarazzarsi delle foreste, ma non della terra che viene coltivata che dovrebbe restare nelle mani del governo, cosi ha detto McCarthy.

Questo rapporto tuttavia è stata attaccato in parlamento e il governo ha concordato che non ci dovrebbero essere  "svendite" (fire sales: svendite di merce danneggiata da incendio) di beni e certamente nessuna vendita prima di un migllioramento del mercato.

SPAGNA
La lotteria annuale più grande del mondo, la natalizia in Spagna, El Gordo , che diffonde gioia a decine di migliaia di vincitori :  presto i maggiori vincitori portrebbero essere gli investitori che, dietro la lotteria. si portano via parte dell'azienda di stato.


Il governo socialista spagnolo, guidato da José Luis Rodríguez Zapatero, ha posto degli obbiettivi rigorosi per il deficit, per evitare il destino di altri vicini europei del Mediterraneo. Circa il 30% della lotteria di stato sarà venduta, poichè l'organizzazione che c'è dietro El Gordo- che ha 150 anni- è l' azienda di scommesse più grande al mondo, valutata  25miliardi di euro.
Il governo ha in programma anche un'asta per l'aeroporto Barajas di Madrid e di El Prat a Barcellona, per la fine dell'anno.


PORTOGALLO
Questo vicino ha ancora più bisogno di denaro, dopo aver accettato un "bailout" di 78 miliardi di euro.Giovedi il neoeletto Primo Ministrio di centro destra, Pedro Passos Coelho, ha annunciato una vendita in fretta e furia degli edifici di stato nella azienda Energias de Portugal e per ottobre dell'operatore della rete elettrica REN . Passos Coelho di recente ha detto al Financial Times di voler vendere fino al 49% dei beni di pubblica utilità dell'acqua ma anche molti interessi nei media di stato,  apparentemente inclusi canali televisivi e radio oltre all'agenzia di stampa nazionale Lusa.
Anche la linea aerea di stato TAP e il proprietario dell'aeroporto ANA- che gestisce gli aeroporti di Lisbona, Faro e Oporto e le Azzorre-  saranno venduti, insieme al business assicurativo della banca CGD gestita dallo stato, anche se il governo non ha dato una linea di tempo per quando dovrà avvenire. 

Il Portogallo venderà anche immobili di proprietà degli uffici dei suoi governatori civili, che vengono smantellati

ITALIA
Si è parlato di privatizzazioni come mezzo per recuperare contante da parte del governo di Berlusconi, carico di debiti. Ma questa settimana (l'articolo è del primo luglio come sopra ndt)  un pacchetto di misure di aggiornamento fiscale pare sia comparso nel cabinetto
e che sia inclusa una sola svendita.

Dal governo ci si attendeva che chiarisse il modo in cui potessero essere messe all'asta le radio frequenze e le compagnie telefoniche.  Le frequenze, rese disponibili dal passaggio alla radio digitale, ci si aspettava che portassero 2,4 miliardi di euro. Il paccheto di tagli, mira a ridurre 47 miliardi di euro dal debito esposto nel budget ma la "mole della strizzata" -40 miliardi di euro- è stata rimandata dopo il 2012.

GRAN BRETAGNA
Il governo di coalizione a Westminstersta per vendere il 49% delle quote di stato nel servizio di controllo traffico aereo NATS, vascelli decommissionati e la sua collezione di vino pregiato.

Nel budget di marzo, il cancelliere George Osborne, ha posto come obbiettivo un aumento di 2 miliardi di sterline dalla vendita di beni  per finanziare l'idea  dei Liberal Democrat per una banca di investimenti "verde". La scorsa settimana il regolatore per le telecomunicazioni, Ofcom, ha approvato dei piani per vendere la gamma della banda larga mobile. I ministri decideranno questa estate se procedere con la vendita del libro prestiti degli studenti; nel budget di marzo  il Tesoro indicò che i piani per una nuova Public Data Corporation (una multinazionale per i dati pubblici) avrebbero comportato la vendita di  dati pubblici al settore privato.  

I piani del budget per vendere gli edifici governativi, sono stati ostacolati  dallo scarso  mercato immobiliare e molti dipartimenti stanno optando di tener duro con i beni, per esempio stipando più persone negli edifici per poter uscire da locazioni costose altrove.

Dozzine di edifici giudiziari saranno messi in vendita poichè la coalizione spinge per una razionalizzazione del servizio delle corti (di giustizia ndt) riducendole a 142, includendo 93 corti di magistrati.

I "Commons" hanno annunciato di vendere la loro cantina vinicola anche se il ricavato non andrà all' Exchequer ma ad finanziare una gran quantità di vino meno costoso per le funzioni ufficiali.

Dai Membri del Parlamento nell'ottobre scorso sono stati confermati piani per vendere 150.000 ettari di foresta e boschi in Inghilterra all'interno della grande vendita del terreno pubblico". 

tratto da:
http://www.guardian.co.uk/business/2011/jul/01/indebted-european-countries-privatisation-assets
traduzione Cristina Bassi, www.saluteolistica.blogspot.com

lunedì 8 agosto 2011

6 GIORNI SULLA TERRA: UN FILM SULLA VERITA' DEGLI ALIENI E ABDUCTIONS


Davide Piso è uno scienziato esperto di UFO e di rapimenti alieni che, dopo anni di studi, arriva alla conclusione, che da migliaia di anni, gli extraterrestri, rapiscono gli umani e si impossessano dei loro cervelli nutrendosi dell’energia delle loro anime. Secondo Piso, gli alieni sono tra di noi e tramite l’ipnosi riesce a comunicare con loro liberando il corpo dei rapiti dalla minaccia. Ma non sempre le cose vanno come dovrebbero…

film diretto da  Varo Venturi. Sceneggiatura anche di Corrado Malanga

MAZZUCCO Intervista MALANGA sul film  "6 Giorni Sulla Terra":



Alieni o Demoni sconto 15%
Corrado Malanga: Alieni o Demoni,
La battaglia per la vita eterna

POST CORRELATI:

INTERVISTA A L. SCOGNAMIGLIO: ALIENI BUONI O CATTIVI?

VIDEO DI CREDO MUTTWA, ATTRAVERSO DAVID ICKE
 



domenica 7 agosto 2011

CINA: UNICA VALUTA GLOBALE PER RIMPIAZZARE IL DOLLARO

7 AGOSTO 2011


La Cina ha pubblicato un articolo sulla sua agenzia d'informazione statale Xinhua, inveendo contro gli USA perchè hanno perso la valutazione di credito AAA (AAA credit rating) ed ha pubblicato una serie di richieste ai politici USA e alla comunità internazionale.

La Cina inizia con l'inveire contro"l'arroganza e il cinismo di alcuni commentatori occidentali" in merito al declassamento della valutazione di credito del debito USA che fu pubblicata dalla agenzia cinese di rating sul credito Dagong Global, lo scorso anno e prosegue dicendo che hanno il diritto di chiedere agli USA che  si occupino del loro problema di debito per proteggere il dollaro cinese.

Concludendo l'articolo la Cina fa appello alla comunità internazionale perchè intervenga con un programma  "di supervisione internazionale sul dollaro USA" indicando al contempo che sta valutando l'opzione di creare una valuta globale che sostituisca il dollaro.

La “Dagong Global" degradò i buoni del tesoro USA  lo scorso anno, ma questa azione fu accolta con senso di arroganza e cinismo da alcuni commentatori occidentali. Ora  la S&P non ha che dimostrato quel che fece la controparte cinese dicendo agli investitori globali l'orrenda verità",

“La Cina, il maggior creditore della grande superpotenza ha ogni diritto ora di richiedere agli USA di occuparsi dei problemi del suo debito strutturale ed assicurare la sicurezza dei beni in dollari della Cina.”

Dal Xinhua:
"Dopo un declassamento storico, gli USA devono occuparsi dei problemi del loro debito cronico.

Sembrano essere contati i giorni in cui lo Zio Sam perseguitato dai debiti, poteva tranquillamente sperperare oltreoceano in modo illimitato facendo prestiti, poichè  la  Standard & Poor’s (S&P), per la prima volta nella storia, venerdi ha tolto il rating a tripla A (AAA) sul credito
S&P ha anche già indicato che ulteriori declassamenti divalutaizone credito potranno seguire.  Così, se non si fanno tagli sostanziali nelel gigantispese militari  USA e nei gonfiati costi per il social welfare, il declassamento diventerà solo il preludio di tagli di valutazione credito ancor più devastanti che faranno infuriare tutti i mercati della finanza globale"
fonte:  http://www.prisonplanet.com/china-calls-for-international-oversight-of-the-us-dollar-suggests-single-global-currency-replace-it.html

traduzione Cristina Bassi

Soldi Sporchi PER ACQUISTO
La gravità e l’ampiezza della crisi economica ha sorpreso tutti noi, ma anche la maggior parte degli esperti e degli economisti. Non ha sorpreso invece Kevin Phillips, uno degli osservatori più acuti e provocatori della realtà contemporanea.

sabato 6 agosto 2011

INVIATO RUSSO DICE CHE LA NATO STA PROGETTANDO ATTACCHI SU SIRIA E IRAN

Anche se si trova già immischiata in Libia, la NATO sta progettando di lanciare un assalto militare sulla Siria per creare  una testa di ponte per un futuro attacco all'Iran: cosi dice l' inviato russo alla NATO Dmitry Rogozin.

La pianificazione [della campagna militare] è assai in corso. Potrebbe essere una conclusione logica di quelle operazioni militari e di propaganda, che sono state portate avanti da certi paesi occidentali contro il Nord Africa" ha detto Rogozin said in una intervista all' Izvestia newspaper, pubblicata venerdi (u.s)

L'inviato ha aggiunto che gli attacchi alla Siria e Yemen erano parte di una manovra concentrata sul "regime change" in Iran.
Il cappio intorno all'Iran si sta stringendo. La pianificazione militare contro l'Iran è in svolgimento. E siamo certamente preoccupati per una escalation di una guerra su larga scala in questa vasta regione" ha detto Rogozin

Rogozin è noto per aver ricamato sopra, in passato, ad alcune affermazioni sull' "avventurismo della NATO", dunque è da vedere se ci sarà veramente un intervento in Siria.

Mosca ha ripetutamente ammonito la NATO a non mettere le mani sulla  Syria, dicendo che il paese dovrebbe essere lasciato in pace per risolvere i suoi problemi, dato che la violenza che ha ucciso 1600 civili da marzo continua ad affliggerlo.

Nelle recenti settimane sono salite al massimo le speculazioni in merito all'attacco all'Iran, che Regozin afferma sia l'obbiettivo a lungo termine dell'assalto alla Siria

Gli sforzi dei leaders palestinesi per raggiungere una piena condizione di "stato.nazione", stabiliti per le audizioni ai primi di Settembre all' ONU, hanno scatenato speculationi sul fatto che Israele stia programmando un attacco chirurgico contro le strutture nucleari dell'Iran in Settembre, come mezzo per distrarre e far deragliare definitivamente il progetto di un simile accordo.

Il mese scorso l'ex agente CIA  Robert Baer ha reso noti i commenti fatti dall'ex capo del Mossad,
Meir Dagan “diteci con certezza che Netanyahu sta progettando un attacco e penso proprio di poter immagine quando sarà: probabilmente in settembre  prima di un voto sullo stato palestinese"

by Paul Joseph Watson, redattore e scrittore per Prison Planet.com. Autore di "Order Out Of Chaos"
(Ordine dal caos) .
fonte: http://www.prisonplanet.com/russian-envoy-nato-is-planning-attacks-on-syria-iran.html

traduzione Cristina Bassi, www.saluteolistica.blogspot.com


LA CINA EVACUA MIGLIAIA DI PERSONE CAUSA TIFONE MUIFA


Le autorità cinesi hanno evacuato più di 200.000 persone dalla loro costa orientale  dato che la regione sista tenendo pronta per il tifone inarrivo, il più forte mai avutoin questi anni.

Sono sttai richiamati inporto più di 7000 pescherecci, dato che i venti del tifone MUIFA raggiungono i 162km/h
e generano onde di 11 metri. Almeno 140 voli sono stati cancellati e le ferrovie interrotte.

I metereologi di stato hanno detto che la tempesta può intensificarsi avvicinandosi alla costa delle province di  
Zhejiang and Jiangsu, vicino a Shanghai.

Il Centro nazionale cinese di previsione ambientale (China's National Marine Environmental Forecasting Centre) ha aggiornato l'allerta  al segnale rosso, il massimo segnale possibile- per la navigazione nel mare orientale della Cina.


Muifa nelle Filippine ha già creato innondazioni e in Taiwan e nell'isola più a sud del Giappone,  Okinawa, dei
blackouts.

fonte: http://www.bbc.co.uk/news/world-asia-pacific-14420501

venerdì 5 agosto 2011

4 AGOSTO 2011: BORSE EUROPEE SOSPESE

NON SI PUO' PIU' ASPETTARE

E' evidente a tutti che stiamo andando verso la catastrofe. Ieri, 4 agosto, per la seconda volta nell’anno 2011, le borse europee sono state sospese a causa delle perdite senza freni dei listini. Alla fine è risultato che Milano ha perso il 5,6%. E’ altrettanto evidente, però, che i nostri leader, tutti, dai politici di governo a quelli di opposizione, dal Presidente della Repubblica ai sindacati, agli industriali, hanno deciso di lasciarci andare a fondo pur di non ammettere che la causa principale della situazione è l’unificazione della moneta, e riconoscere, quindi, che il progetto era sbagliato. E’ sorprendente che perfino Berlusconi, accusato di tutte le colpe possibili e immaginabili, non abbia fatto nemmeno un’allusione a questo problema, nel discorso tenuto alla Camera e al Senato proprio per illustrare la situazione economica del Paese.

Eppure ritornare a battere una moneta il cui valore sia correlato alla nostra economia è l’unica strada sana e ragionevole, non soltanto per noi ma per molti paesi dell’Ue, quali la Grecia, la Spagna, l’Irlanda, il Portogallo, visto che è evidentemente una finzione e una falsità che paesi finanziariamente così deboli siano titolari di una moneta apparentemente forte perché corrispondente, sotto il nome di “euro” al vecchio marco, anche se si chiama “euro”, una finzione e una falsità che i mercati e le Borse stanno “giustamente” distruggendo.

Si parla molto in questi giorni dell’aggressione all’euro da parte degli speculatori, ma si tace sui motivi per i quali questa speculazione sia capace di metterci al tappeto con tanta facilità.

L’euro è una moneta fabbricata (“emessa”) da una banca che porta un nome truffaldino: si chiama Banca centrale europea ma gli Stati europei non vi hanno quasi nulla a che fare in quanto appartiene a privati cittadini: (banchieri ricchissimi che possiedono anche buona parte di altre banche come i Roschildt e i Rockfeller, re e regine anch’essi ricchissimi, quali la Regina d’Olanda Beatrice (una delle donne più ricche del mondo), la regina di Spagna Sofia, il re del Belgio Baldovino, la Regina d’Inghilterra Elisabetta II, ecc.

L’euro, dunque, è un caso unico nella storia: non ha nessuno Stato alle spalle e di conseguenza nessuna entità istituzionale capace di garantirlo. Insomma, si parla tanto di debiti “sovrani” quando ci si riferisce ai debiti degli Stati in quanto sono gli Stati che sono “sovrani”, ossia hanno potere, territorio, autorità, popoli che da loro dipendono e che al tempo stesso ne garantiscono la sovranità; la Banca centrale europea non possiede ovviamente nessuna sovranità, così come non la possiede l’Unione europea, tutte e due, quindi, non legittimate a produrre e far circolare nessuna moneta.

L’Ue è come l’Onu, come l’Unesco, un’organizzazione internazionale (come tale giustamente figura nelle enciclopedie geografiche, non fra gli Stati) e farebbe davvero ridere l’Onu, per esempio, se pretendesse di emettere una moneta valida per tutti gli Stati che vi appartengono. L’euro è perciò una moneta “finta” e non regge alla prova dei fatti in quanto nessuno può garantirla.

Pur non avendo minimamente alluso a questo problema, ce n’era però una testimonianza nel discorso fatto da Berlusconi per rassicurare i cittadini e le parti sociali di fronte alle perdite segnate dalla Borsa quando ha ricordato che “la metà dei titoli di Stato italiani sono nelle tasche degli Italiani”, ossia sono gli Italiani che li comprano.

Fanno bene, dunque, quegli Stati (come per esempio la Cina) che riservano i titoli di Stato e le azioni delle imprese più importanti alla borsa nazionale e ai propri cittadini, impedendo così che, anche prescindendo dalla speculazione, ne possano diventare proprietari gli stranieri.

Esistono ormai molti siti web in cui si discute con passione e competenza della questione della moneta unica, se e in che modo uscirne. Soltanto i politici e i giornalisti continuano a fingere di poter ignorare queste discussioni. Ne segnalo qui soltanto uno fra i tanti, e lo segnalo per un motivo specifico e determinante: è quello di un Partito (“Io amo l’Italia”), ossia appartiene agli unici che hanno il potere di prendere decisioni: i Partiti. La nostra mirabile democrazia, infatti, ci permette di parlare, di discutere, di fare proposte all’infinito perché non possediamo nemmeno una briciola di potere: si fa soltanto quello che vogliono i politici.

Per quanto riguarda, poi, l’Unione europea e la moneta unica, l’imposizione della volontà dei politici è stata analoga a quella degli Zar o dei più assoluti dittatori: gli Italiani sono stati chiamati ad obbedire e basta. Segnalo dunque il sito di Magdi Allam nella speranza che la presenza del presidente di un partito sia il segnale che il problema dell’euro sarà finalmente portato in discussione in Parlamento.

Mi permetto qui di fare soltanto una riserva ai contenuti della proposta: è indispensabile mantenersi esclusivamente nell’ambito della moneta unica e non sconfinare, come si fa nel sito, nella discussione sull’Europa, i suoi significati ideali, abbandonarla o meno.

Uscire dall’euro e affrontare tutti i problemi che questo comporta: fissare il cambio, nazionalizzare la Banca d’Italia (che attualmente è di proprietà privata come quasi tutte le banche centrali dell’Ue) e autorizzarla a battere moneta; decidere in che modo comportarsi con il debito in mani straniere, ecc. è un’impresa difficile che richiede tutte le energie, la volontà e moltissimi sacrifici da parte sia dei politici che dei cittadini. Se si cede alla tentazione di discutere contemporaneamente anche l’uscita dall’Europa, ci si scontrerà con resistenze fortissime e non si riuscirà a uscire dall’euro in tempo per non essere seppelliti dal suo crac finale. Metto l’accento su questo punto esclusivamente in funzione delle probabilità che abbiamo di riuscire almeno a riappropriarci della sovranità monetaria.

Il progetto di unificazione dell’Europa era talmente sbagliato fin dalle origini che, malgrado siano passati oltre sessant’anni dal suo inizio, non si vede altro che l’impossibilità della sua realizzazione, salvo che con la finzione. Sarebbe sufficiente guardare con un minimo di obiettività a come si presenta oggi, con la Francia che decide da sola le guerre e la Germania che comanda più di quando eravamo soggetti all’Impero asburgico per sapere che l’unione non esiste.

Ma coloro che l’hanno voluto non lo ammetteranno mai, e non lo ammetteranno perché era proprio questo risultato che volevano, sotto le vesti di una finta unificazione. Nessuno più di Helmut Kohl era consapevole che la leadership della Germania bisognava camuffarla molto bene per non mettere paura ad un’Europa che, per vincerla, aveva dovuto chiamare in aiuto perfino la Russia e l’America. L’aveva detto chiaramente: “Dobbiamo legarci tutti come Lilliput con Gulliver”, soltanto che non aveva chiarito che le corde le avrebbe fornite la Germania.

by Ida Magli
fonte: http://www.italianiliberi.it/Edito11/non-si-puo-piu-aspettare.html

LIBIA: LA NATO NASCONDE LE SUE PERDITE E IL RAPIMENTO DI 15 SUE PERSONE?


Leonor Massanet parla all' intervistatore di YT Channel 108Morris108, UK
3 navi nato sarebbero state affondate (tra cui 1 italiana) .
15 persone della NATO sarebbero state prese in ostaggio, ma -si ribadisce- nessuno dei media ufficiali ne da notizia.
Rappresentanti dell 2500 tribù di Libia si sono riuniti per decidere sulla situazione e sostenere il governo. Leonor dice che alla riunione erano presenti le grandi reti dei media ufficiali, ma nessuno ne parlerebbe.


VEDI ANCHE: Intervista in spagnolo a Leonor Massanet, www.leonorenlibia.blogspot.com
in Libia da 5 anni

VIDEO CORRELATO, dallo stesso intervistatore:
Talking with two Gaddafi Loyalists in Libya;http://www.youtube.com/watch?v=DzRtvqVXrv4: intervista  ad un professore in ingegneria elettronica, facente parte della tribù di Warfalla, in Bani Walid, la città principale della più grande tribù libica e ad un giovane volontario combattente in Misurata.

" a few people try to sell Lybian resources to US, Italy's and France's governments at a cheaper price, but we will pay with the blood for this country. We will pay till we get our country free from these criminals"

Alcuni qui cercano di vendere a poco prezzo le risorse della Libia ai governi di USA, Italia e Francia, ma pagheremo col sangue questo Paese. Pagheremo fino a liberarlo da questi criminali".  

POST CORRELATO:
LIBIA: DOVE LA NATO PERDE STRADA,

NASA: SU MARTE C'E' ACQUA CHE SCORRE

LOS ANGELES (Reuters) - Gli scienziati della  NASA hanno scoperto che su Marte scorre acqua di mare durant ei mesi più caldi, facendo cosi aumentare le possibilità che la vita esista sul pianeta rosso: cosi ha detto giovedi l'agenzia spaziale.

Oltre un decennio fa la NASA trovò per la prima vol segni di acqua  su Marte, ma le indicazioni precedenti erano che qualsiasi acqua ivi esistente dovesse essere ghiacciata e concentrata ai poli.

Ma l'analisi delle recenti immagini del satellite NASA in orbita, Mars Reconnaissance Orbiter, mostra strutture scure a forma di dito che si estendono oltre alcuni pendii e pareti di crateri  sul pianeta, durante la sua tarda primavera - estate che svaniscono poi nell'inverno marziano.

"Questa è la migliore evidenza attuale che ora esiste acqua liquida su Marte," ha detto Philip Christensen, geofisico alla Arizona State University, Tempe, in un pannello NASA che annunciava a Washington le scoperte
Gli scienziati NASA credono che se c'è acqua liquida su Marte, questa deve essere molto salina e sotto la superficie. Questo spiegherebbe perchè non ghiaccia alle temperature rigide del pianeta, che possono arrivare fino a -128° C o evaporare alla sua bassa pressione aerea.

"E' più come uno sciroppo, forse, nel modo in cui scorre," ha detto Alfred McEwen della University of Arizona, Tucson, principale ricercatore responsabile di una telecamera speciale sul  Mars orbiter, che si chiama  High Resolution Imaging Science Experiment (Esperimento scientifico di immagini ad alta risoluzione)  .
E' anche l'autore principale di un resoconto sull'evidenza di acqua fluida, pubboicato giovedi sul giornale Science.

MEGLIO DEL GHIACCIO

Gli scienziati del pannello NASA hanno sottolineato che l'acqua liquida è più probabile che sostenga la vita, al contrario del ghiaccio, rievidenziando l'importanza di questa ultima scoperta.

Le scoperte NASA del passato, hanno mostrato evidenza di antiche linee costiere e rive di fiumi su Marte.
Le analisi delle gole sul pianeta rosso, 5 anni fa, rivelarono giovani giagimenti di minerali cosa che suggerì le recenti acque liquide, ma non fornì prove categoriche di questo, questo quanto hanno detto gli scienziati.

L'ultima scoperta è più difficile da spiegare, a parte l'evidenza che le acque sono fluide, a detto Michael Meyer, scienziato guida alla NASA, del programma di esplorazione su Marte.
Un'altra possibilità da tenere in considerazionepern il periodico oscuramento nelel aree esaminate, è la polvere che si muove lungo la superficie del pianeta, ha detto McEwen che ha aggiunto che le valanghe di polvere avverrebbero ad intervalli più irrregolari, piuttosto che su base stagionale.

GLi scienziati facenti parte del pannello di questa ricerca hanno detto che l'ultima evidenza di acqua fluida come dalle immagini, suggerisce anche che esista acqua liquida anche più vicino all'equatore del pianeta, diversamente a quanto scoperto prima.

Qualsiasi acqua liquida molto probabilemnte sarebbe al di sotto della superficie perchè l'atmosfera su Marte è cosi sottile che acque al di sopra facilmente evaporerebbero.

Sulal terra alcuni organismi prosperano nel sottosuolo, con poco accesso alla luce solare: la stessa cosa potrebbe avvenire su Marte, ha detto Lisa Pratt, biochimica alla Indiana University, Bloomington, nonchè partecipante alla discussione sul tema, giovedi u.s.
La Pratt ha anche aggiunto che la ricerca si rende necessaria ai 7 siti  dove è stata trovata ricorrente evidenza di acque liquide."E' la nostra prima possibilità  di vedere un ambiente su Marte che potrebbe consentire l'espressione di un processo biologico attivo, se nel presente c'è vita su Marte" ha detto.

(Reporting by Alex Dobuzinskis; Editing by Steve Gorman, Jerry Norton and Xavier Briand

traduzione Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net

giovedì 4 agosto 2011

INTERVISTA A L. SCOGNAMIGLIO: ALIENI BUONI O CATTIVI?

D) Domanda scontata: gli alieni esistono o no? Sono buoni o sono cattivi?

R) Decine di anni di studio del fenomeno delle interferenze aliene ci portano a rispondere affermativamente a questa domanda. Sì, gli alieni esistono, ed interferiscono pesantemente con una parte della popolazione terrestre, con metodi e scopi ben precisi, da tempi molti antichi. Li abbiamo sempre identificati nella storia come dèi, angeli e demoni, e se da un lato li abbiamo venerati e pregati, dall'altro li abbiamo temuti e rifiutati. Un'attenta osservazione del comportamento di questi alieni ci porta a non etichettarli come “cattivi”, né tanto meno come “buoni”, ma a definirli semplicemente... alieni. Sono esseri fisicamente, energeticamente e psichicamente molto diversi da noi, agiscono per ottenere determinati risultati e noi facciamo parte del loro piano, non si fanno scrupoli a fare ciò in quanto ci considerano di loro proprietà, e non sembrano essere minimamente coscienti né della nostra essenza e del nostro potere, né della morale delle loro azioni. Semplicemente agiscono per loro tornaconto senza curarsi del diritto alla libertà altrui, proprio come fanno tanti esseri umani su questo pianeta con i loro simili e con gli animali. Ne abbiamo preso atto dall'evidenza dei fatti, ed abbiamo deciso di agire per il nostro bene senza occuparci di giudicare questi esseri.

D) In cosa consiste esattamente il suo lavoro, la sua attività?
R) Prendendo in esame solo il campo delle interferenze aliene, collaboro ufficialmente con Corrado Malanga
per diffondere le più avanzate scoperte nel settore dal vivo e via internet, ricevere coloro che pensano di
subire il fenomeno delle interferenze aliene, esaminare il loro Test di Auto-Valutazione (il TAV scaricabile da
www.ufomachine.org) compilato, fornire assistenza e supporto a queste persone, ed applicare tecniche per
sbloccare i ricordi “sigillati” delle loro abduction e successivamente risolvere il problema aiutandoli a
liberarsi da questi fenomeni.

D) Oggi più che mai si sente parlare di Abduction: cosa sono?
R) “Abduction” è un termine inglese che in italiano significa “rapimento”, e viene da noi solitamente inteso
nella sua accezione di “alien abduction”, ovvero “rapimento alieno”. Da qui, le persone rapite prendono
quindi il nome di “abdotti” nella nostra lingua, ormai quasi del tutto sostituito dal più diffuso “addotti”.
Questi sono coloro che hanno frammenti di memoria in cui esseri non umani invadono la loro proprietà, o
comunque il loro spazio personale, e li portano via in luoghi del tutto estranei nei quali li usano per i più
disparati scopi, riportandoli poi da dove li hanno prelevati e facendo in modo che nulla venga ricordato.
Queste persone hanno tutte gli stessi frammenti di ricordi, con gli stessi esseri e gli stessi luoghi, e
presentano le stesse cicatrici, sia sul fisico che nella psiche. Il problema delle abduction non è fantascienza, è
reale e molto diffuso, e bisogna assolutamente fare qualcosa per tirarsene fuori e per capire cosa fare per
migliorare la conoscenza di noi stessi e la nostra condizione umana, specialmente in merito all'esistenza di
questi esseri che ci trattano come oggetti di loro proprietà.

D. Abbiamo letto che effettuate sedute di ipnosi: non è un metodo un po' troppo "interpretativo"? Usate
anche altri metodi?
R. I metodi che utilizziamo sono grosso modo quelli che ho accennato prima: ad alcuni di essi non è stato
dato alcun nome, mentre altri sono stati chiamati “tecnica delle àncore” riguardo il recupero dei ricordi, e
“SIMBAD” riguardo la risoluzione autonoma dei problemi di abduction e non solo, dove l'acronimo sta per
“Self Induced Method for Blocking Abductions Definitively”. Queste due tecniche possono essere
decisamente potenziate se eseguite da un operatore che mette il soggetto in uno stato di ipnosi, la quale viene
effettuata assolutamente non con metodi lampo in quanto rischiosi in questo campo, ma con metodi derivanti
dal lavoro di Milton Erickson, padre dell'ipnosi moderna, e di Richard Bandler e John Grinder, fondatori
della PNL. Il metodo non è interpretativo in quanto chi esegue l'ipnosi non mette mai in bocca al soggetto
alcuna parola, anzi provando ad influenzarlo otterrà risposte negative, in quanto nell'ipnosi così effettuata
non c'è possibilità alcuna di alterazione dei ricordi, che in realtà sono informazioni lette dalla griglia
dell'ologramma universale, in accordo anche con la recente Super Spin Theory (SST) che è riuscita a
spiegare in un elegante modello matematico tutti i fenomeni normali e paranormali prendendo in esame il
tempo, lo spazio, l'energia e la Coscienza. L'unico momento nel quale è possibile cambiare la situazione, ma
di proposito ed in modo controllato, è quando si passa ad agire sulla componente animica del soggetto,
mediante la Programmazione Neuro-Linguistica dell'Anima (PNLA), che è il momento cruciale per la
risoluzione dei casi di abduction ma anche di qualsiasi altro tipo di problema. I risultati ottenuti in migliaia di
sedute di ipnosi ed autoipnosi sugli addotti italiani mostrano sempre gli stessi risultati, che quindi rendono
l'ipnosi stessa e il fenomeno delle abduction qualcosa di oggettivo e non di soggettivo, qualcosa di
“riproducibile in laboratorio” in un certo senso, dato che passa i criteri della vera Scienza, ovvero:
verificabilità, riproducibilità, falsificabilità.

D. Come possono contattarvi invece le persone che "credono" in questo tipo di fenomeni per avere
informazioni?
R. Il sito ufficiale di Corrado Malanga è www.ufomachine.org ma siamo anche rintracciabili via Facebook.
Pubblichiamo regolarmente il materiale riguardante le nostre ricerche e i nostri risultati, sia su questi due siti
che sul forum www.conoscitestesso.selfip.net, che gestisco io stesso. Qualunque altro gruppo che si occupi di
interferenze aliene, per quanto possa darlo ad intendere, non è invece al corrente della maggior parte delle
informazioni approfondite ed aggiornate ottenute dallo studio avanzato sugli addotti con le nuove tecniche
ipnotiche, e non collabora assolutamente con Corrado Malanga, il quale ha anzi interrotto da tempo ogni
collaborazione con chi non aveva i requisiti per poter operare nel campo senza fare ulteriori danni.
Ricordiamo infatti che non si può operare sugli addotti se si è addotti a propria volta, o se si è in costante
contatto con chi non riesce ad uscire dal problema: chi ci ha provato in queste condizioni, finora, ha solo
contribuito ad amplificare l'irrecuperabilità di molti soggetti ignari di ciò. Chi sospetta di aver vissuto
situazioni di abduction può compilare il TAV presente sul sito ufficiale, dal quale si possono anche scaricare i
documenti in cui sono riunite tutte le informazioni utili a comprendere il problema delle interferenze aliene.
Il materiale audiovisivo è principalmente presente su YouTube, ed ogni intervista o conferenza verrà
annunciata sui network precedentemente menzionati. Tutto ciò che facciamo è gratuito perché pensiamo che
la conoscenza e la libertà non abbiano alcun prezzo, ed è per colpa della moneta e dell'avidità che siamo
arrivati a questo punto, permettendo ai nostri governanti in ombra di tenerci bloccati in questa situazione".

tratto da: www.ufomachine.org

ARTICOLO CORRELATO:
VIDEO DI CREDO MUTTWA, ATTRAVERSO DAVID ICKE

Alieni o Demoni sconto 15%
Corrado Malanga: Alieni o Demoni,
La battaglia per la vita eterna