UN BLOG... PER TENERTI SVEGLIO

UN BLOG... PER TENERTI SVEGLIO

VOLCANIA RADIO IN COLLABORAZIONE CON DAVIDICKE.COM

VOLCANIA RADIO IN COLLABORAZIONE CON DAVIDICKE.COM
LE NOTIZIE CHE I MEDIA NON DICONO. TUTTE LE SERE DALLE H. 20.00 ORA UK (in English)

SUCCEDE...

SECCEDE CHE , CASUALMENTE OF COURSE, SUCERTI POST, COMPAIANO DELLE SOVRASCRITTURE. I LETTORI COMPRENDERANNO...

DISPOSITIVO QXCI-SCIO: RIEQUILIBRI PER UNA GUARIGIONE NATURALE

DISPOSITIVO QXCI-SCIO:  RIEQUILIBRI PER UNA GUARIGIONE NATURALE
biofeedback quantico, antistress, riequilibrio emozionale

Translate

martedì 8 maggio 2012

HOLLANDE: UN ALTRO DELLA BANDA BILDERBERG

 
Paul Joseph Watson
Monday, May 7, 2012-
SINTESI E TRADUZIONE

I mass media stanno passando l'informazione che l'elezione del Presidente socialista francese Francois Hollande rappresenti in qualche modo una inversione di rotta e che sia una sfida diretta alla Unione Europea. Tuttavia il suo passato e le persone di cui si circonda, confermano il fatto che sia un altro globalista, dedito ed entusiasta sostenitore dell'ethos dittatoriale europeo della svendita della sovranità.

“In tutta l'Europa è tempo di cambiare" ha detto Hollande salutando le folle che si sono riunite per ascoltare il suo discorso della vittoria a Parigi, nelle prime ore di lunedi,” riporta il L.A. Times.
“Gli osservatori riconoscono che l'elezione di Mr Hollande rappresenta una svolta radicale nella  governance dell'eurozona e nella gestione delle singole crisi valutarie,” riporta Sky News.
Tuttavia è fuori posto ogni accenno al fatto che la sconfitta di Nicolas Sarkozy da parte di Hollande, rappresenti in qualche modo una enorme sfida alla Unione Europea e ai suoi sforzi, fatti in stretta  coordinazione con l'IMF  (Fondo Monetario Internaizional e Goldman Sachs, per sfruttare la crisi del debito a propri fini politi.

Hollande è sempliceemnte un'altra creature dell'establishment a ed un globalista che sostiene con entusiasmo il superstato europeo. Sostenne nel 1992 il Trattato di Maastricht, il documento che delineava l'introduzione dell'euro come moneta unica e che si basava su una impronta Bilderberg del 1955  Hollande sostenne anche la Costituzione europea in un referendum del 2005 nonostante la piu' parte dei suoi alleati socialisti votasse contro.

Hollande è l'ex portavoce dell'ex Presidente Lionel Jospin, un altro impegnato globalista che frequentò il Bilderberg nel 1996. E' anche un ex assistente dell'ultimo Presidente socialista della Francia, Francois Mitterand, un massone di 33° grado che ordinò che la piramide al Louvre venisse fatta con 666 piastre di vetro: un altro "terreno" uomo del popolo. Insieme a Helmut Kohl, Cancelliere tedesco e frequentatore del Bohemian Grove,  Mitterand diede origine al Trattato di Maastricht. 

Secondo Daniel Estulin, segugio del Bilderberg, questo "club" fu largamente responsabile della vittoria di Mitterand alle presidenziali del 1981.

Il "consulente speciale" di Hollande è niente meno che Manuel Valls, un ex Massone e partecipante al Bilderberg del 2008, che apertamente sostiene il governo di un superstato federale europeo alle spese delle sovranità nazionali. Valls ha pubblicamente chiesto che la Commissione Europea controlli i budget nazionali delle nazioni membro della EU.

Quando messo davanti a questo legame con il Bilderberg, da "We Are Change Paris", Valls tentò di deviare la domanda accusando i videografi di negare l'Olocausto.

Nonostantela smargiassata di tutti i media  sul "cambiamento radicale" in Francia e sul fatto che Hollande reppresenti una minaccia all'agenda politica della EU, aspettatevi che sia  un altro ossequioso portaborse della elite  dato che tassa la classe borghese per farla sparire, mentre continua a sacrificare la sovranità nazionale  della Francia sull'altare del superstato europeo.

Con Nicolas Sarkozy che comincia a dimostrarsi irritante  per la classe politica  di Bruxelles e che si sta muovendo per emendare i termini  del Trattato di Maastricht, cosi venerato dai globalisti, Hollande viene venduto dall'establishment come un soffio di aria fresca ma senza dubbio si dimostrerà essere il porto dello stesso tanfo di autoritarismo antidemocratico che pervade tutta la Unione Europea.

fonte: http://www.infowars.com/meet-the-new-boss-french-president-is-another-bilderberg-stooge/


GERARD BATTER (Ind. Party UK) al Parlamento EU nel settembre scorso, denuncia la collusione del Gruppo Bilderberg con i mass media




Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Club Bilderberg di Daniel Estulin

Nessun commento: